banner pubblicitario
APERTI PER FERIE 2011 PDF Stampa E-mail
Scritto da Viviana   
Martedì 26 Luglio 2011 10:21

LA RASSEGNA DI TEATRO, MUSICA, CABARET, DANZA E ANIMAZIONE, denominata “APERTI PER FERIE”, giunge alla sua sesta edizione e si svolge nella Comunità di Casarlano durante il periodo di ferragosto. Purtroppo, con estrema superficialità e ignoranza (lo si sta leggendo già in questi giorni) ci si ostina a chiamarla “sagra” o “festa”! 
La Rassegna di Casarlano non ha mai avuto caratteristica di sagra. E’ sotto gli occhi di tutti che non si promuovono né prodotti né aziende agricole! L’iniziativa è stata sempre pensata e proposta come Rassegna Artistica, slegata, di per sé, anche dalla festa dell’Assunta. Le due ricorrenze, infatti, si sovrappongono per alcuni giorni, ma, lo si ribadisce con forza, la Rassegna Estiva non è neppure la festa di Casarlano! 
L’iniziativa nacque nel 2006 come bisogno della comunità di rendersi ‘periferia visibile’ e ‘soggetto protagonista’ per l’intera città mettendo gratuitamente a servizio la propria creatività, passione e capacità organizzativa. 
La collina di Casarlano, come ampiamente dimostrato in questi anni, riesce ad offrire momenti di accoglienza e di interazione sociale difficilmente disponibili nei ritmi caotici della città. In modo particolare, riguardo al tempo libero e al meritato riposo estivo, col naturale bisogno di ritrovarsi con la propria famiglia.
Dunque, nel cortile dell’antico e prestigioso Convento dei Padri Domenicani, viene allestita un’ARENA per la messa in scena di differenti espressioni artistiche peninsulari e della nostra cara provincia. 
La RASSEGNA dura tre settimane.
Nei primi quindici giorni si offre accoglienza e visibilità a tutti i gruppi di danza e alle compagnie teatrali amatoriali da Vico a Massa Lubrense permettendo loro di presentare il lavoro artistico invernale. 
L’obiettivo che ci si prefigge è quello di far sentire ‘protagonisti’ i tantissimi bambini, giovani e adulti delle varie associazioni, in un clima di serenità e simpatia. Basti pensare che già dopo Natale, inizia la corsa alla prenotazione! 

Durante l’ultima settimana, viene proposta musica tipica napoletana e tanto cabaret per riaffermare orgogliosi le nostre radici e poter assistere alle splendide performance di tanti artisti della nostra terra. 
Purtroppo, già si sa, un’iniziativa del genere, viene giudicata e valutata unicamente intorno al fattore INTERESSE, PROFITTO, RICAVATO. 
Spiacenti deludere malpensanti e profeti di sventura, ma la RASSEGNA DI CASARLANO ( e non ‘sagra’ come qualcuno che non c’è mai stato continuerà a chiamarla!) non persegue interessi e non ha profitti né ricavati da realizzare! Lo prova il fatto che non ci sono ingressi né abbonamenti da acquistare. Si partecipa liberamente e gratuitamente: due parole sicuramente in disuso sui nostri vocabolari e che suoneranno strane alle orecchie di tanti. Ma è così. Liberamente e gratuitamente!!!
Chi decide di contribuire alle spese che sono sotto gli occhi di tutti, può acquistare un semplice panino o una bibita o una fetta d’anguria fresca o un biglietto della lotteria o un’offerta volontaria all’uscita dagli spettacoli oppure… NIENTE! Nessun problema perché la vera preziosità resta la presenza di ciascuno e lo stare bene insieme! Alla fine ci si sente ampiamente ripagati dall’affetto di tanta gente semplice, buona e genuina che non fa mancare mai il proprio incoraggiamento ed apprezzamento.
Tutto il resto, dalle polemiche becere e pretestuose della passata edizione a quello che ci si potrà inventare anche quest’anno, con rispetto parlando, viene rispedito ai mittenti e alla loro… coscienza!
Dunque, benvenuti a tutti, grandi e piccini, uomini e donne, ricchi e poveri, amici e nemici… come urlavano un tempo i burattinai di paese!
Sperando di essere anche quest’anno all’altezza di una sfida così ambiziosa, don Giovanni e lo Staff di “Aperti per ferie” ringraziano di cuore tutti coloro che credono nella Rassegna: amici affezionati da sempre, istituzioni locali, Provincia di Napoli con l’assessore Sagristani e il consigliere Apreda, Fondazione Sorrento e, soprattutto, l’Amministrazione Comunale con l’assessore Milano e il sindaco Giuseppe Cuomo che, unitamente alla sua squadra, sta facendo proprio uno degli slogan più cari alla Comunità: rendere Casarlano una “periferia al centro”!


Gli amici di Casarlano

 
Banner